Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato e diritto annuale Sanzioni amministrative Sanzioni connesse ai sacchi per asporto merci
 
Azioni sul documento

Commercializzazione di sacchi per asporto merci

Depliant

 

Le caratteristiche tecniche dei sacchetti definite dalla legge permettono di ridurre l’impatto ambientale e favoriscono la raccolta differenziata dell’organico.

Le caratteristiche tecniche riguardano i seguenti sacchi per asporto merci:

  1. sacchi per l'asporto delle merci: sacchi messi a disposizione nel punto vendita, a pagamento o gratuitamente, per l'asporto di merci alimentari e non alimentari da parte del consumatore;
  2. sacchi per l'asporto delle merci destinate all'uso alimentare: sacchi per l'asporto delle merci utilizzati anche non esclusivamente per l'asporto di alimenti;
  3. sacchi per l'asporto delle merci non destinati all'uso alimentare: sacchi destinati esclusivamente all'asporto dei prodotti diversi dai generi alimentari.

 

È consentita la commercializzazione dei sacchi per l'asporto delle merci rientranti in una delle seguenti categorie:

a) sacchi monouso necessariamente biodegradabili e compostabili conformi alla norma armonizzata UNI EN 13432:2002.

Tali sacchi devono essere certificati come biodegradabili e compostabili da organismi accreditati”, quali Certiquality/CIC, Vincotte, Din Certco). In tal caso, il sacco deve essere in possesso, oltre che della predetta certificazione e del relativo logo, anche della seguente, puntuale dicitura: «Sacco biodegradabile e compostabile conforme alla norma UNI EN 13432:2002. Sacco utilizzabile per la raccolta dei rifiuti organici».

b) sacchi riutilizzabili composte da polimeri non biodegradabili e compostabili che abbiano determinati requisiti di spessore e % di plastica riciclata, e precisamente:


200 micron sacchi con maniglia esterna destinati all'uso alimentare + 30% plastica riciclata Devono riportare la dicitura «Sacco riutilizzabile con spessore superiore ai 200 micron - per uso alimentare»
100 micron sacchi con maniglia esterna non destinati all'uso alimentare + 10% plastica riciclata Devono riportare la dicitura «Sacco riutilizzabile con spessore superiore ai 100 micron - per uso non alimentare»
100 micron sacchi con maniglia interna (manico “a fagiolo”) destinati all'uso alimentare + 30% plastica riciclata Devono riportare la dicitura «Sacco riutilizzabile con spessore superiore ai 100 micron - per uso alimentare»
60 micron sacchi con maniglia interna (manico “a fagiolo”) non destinati all'uso alimentare + 10% plastica riciclata Devono riportare la dicitura «Sacco riutilizzabile con spessore superiore ai 60 micron - per uso non alimentare»

 

È altresì consentita la commercializzazione dei sacchi riutilizzabili per l'asporto delle merci realizzati in carta, in tessuti di fibre naturali, in fibre di poliammide e in materiali diversi dai polimeri.

Per commercializzazione si intende l'offerta o la messa a disposizione di terzi, contro pagamento o gratuita, inclusa l'importazione ma esclusa l'esportazione.

 

Le violazioni delle disposizioni in materia di commercializzazione di sacchi per asporto merci nel rispetto dell'ambiente comportano l'applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie da € 2.500 a € 25.000, con aumento fino a € 100.000 in taluni casi (ingenti quantità di sacchi; valore merce vietata superiore al 20% fatturato trasgressore).

L'accertamento delle violazioni viene effettuato da parte della polizia giudiziaria e/o amministrativa, d’ufficio o su denunzia.

La Camera di Commercio è l'Autorità che decide in secondo grado sull'applicazione della sanzione e, quindi, in caso di mancato pagamento dell'importo contestato con il verbale della polizia giudiziaria e/o amministrativa, emette l'ordinanza di ingiunzione al pagamento o di archiviazione.

 

Dépliant illustrativo

Riferimenti normativi:

DM 18.03.2013
Art. 2 DL 25.01.2012 n. 2 convertito in legge 24.03.2012 n. 28
Art. 11 comma 2 bis DL 24.06.2014 n. 91 convertito in legge 11.08.2014 n. 116.

 

Contatti tel. 0541/363818 dal lunedì al venerdì ore 10.00 – 12.00

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it