Camera di Commercio di Ferrara
 
Azioni sul documento

Autorizzazione all’estirpo di alberi di olivo

— archiviato sotto:

L’abbattimento di alberi di olivo in numero superiore a cinque nel biennio è consentito solo nei casi in cui sia accertata la morte fisiologica ovvero la permanente improduttività, dovuta a cause non rimovibili, ovvero nei casi in cui gli alberi, per eccessiva fittezza dell’impianto, rechino danno all’oliveto.
Nei suddetti casi deve essere richiesta l’autorizzazione alla Camera di Commercio competente per territorio, che provvederà a seguito di accertamento delle suddette condizioni da parte del Servizio Provinciale Agricoltura.

Su proposta del Servizio Provinciale Agricoltura la CCIAA ha facoltà di imporre ai proprietari o conduttori dei fondi l’obbligo di impiantare, anche in altri fondi di loro proprietà o da loro condotti, altrettanti alberi di olivo in luogo di quelli da abbattere, stabilendo le modalità ed il termine del reimpianto.

La Cassazione con sentenza n. 12473 del 10 novembre 1999 ha ritenuto applicabile il D. Lgs. Lgt. 27 luglio 1945, n. 475 anche all’espianto in funzione del reimpianto in altro luogo.
A titolo meramente esemplificativo e non esaustivo rientrano nella suddetta ipotesi i casi di espianto/reimpianto per modificazione della destinazione d’uso dei terreni, per variazione colturale del terreno ovvero per rendere più agevoli le operazioni colturali in terreni che ospitano anche alberi di olivo.

 

Documentazione richiesta

Istanza in bollo contenente i seguenti dati:

  • il numero delle piante da estirpare
  • i dati catastali del terreno dove sono situate le piante
  • motivazione dell’estirpo
  • indicazione dell’eventuale reimpianto con i dati catastali del terreno dove verranno ricollocati gli alberi di olivo

 

All’istanza deve essere allegato:

  • visura catastale (del terreno dove sono situate le piante e dove verranno eventualmente ricollocate)
  • pianta catastale della zona (del terreno dove sono situate le piante e dove verranno eventualmente ricollocate)
  • attestazione versamento diritti di segreteria € 10 L’istanza deve pervenire dal proprietario o dal conduttore dei terreni.

 

Se l’istanza è fatta dal conduttore, è necessaria anche una dichiarazione di consenso da parte del proprietario.

 

Procedura


La CCIAA, verificata la completezza della documentazione, ne invia copia al Servizio Provinciale Agricoltura con la richiesta di parere.
Una volta ottenuto il suddetto parere, la CCIAA formalizza il provvedimento di autorizzazione o diniego che notifica al richiedente.
Nell’ipotesi di autorizzazione, eventualmente subordinata al reimpianto in altro luogo degli alberi di olivo, il richiedente deve dare comunicazione alla CCIAA dell’avvenuta ultimazione lavori.
La CCIAA ne darà comunicazione al Servizio Provinciale Agricoltura per i controlli di competenza.

 

Per quanto riguarda l’abbattimento di alberi di olivo fino a cinque in un biennio, è sufficiente una comunicazione (in carta semplice e senza il versamento dei diritti di segreteria) alla CCIAA e al Servizio Provinciale Agricoltura.

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it