Camera di Commercio di Ferrara
 
Azioni sul documento

Commercio ambulante itinerante

Riferimenti normativi

D.Lgs. n. 114 del 31 marzo 1998. Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della Legge n. 59 del 15 marzo 1997.
D.Lgs. 26-3-2010 n. 59
. Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno. (Art. 70).

Riferimenti normativi Regione Emilia Romagna

Legge Regionale n. 12 del 25 giugno 1999. Norme per la disciplina del commercio su aree pubbliche in attuazione del D.Lgs. n. 114 del 31 marzo 1998.
Delibera di Giunta n. 1368/1999 . Disposizioni per l’esercizio del commercio su aree publiche in attuazione della Legge Regionale n. 12/1999.
Legge Regionale 10 febbraio 2011, n. 1. Presentazione del documento unico di regolarità contributiva da parte degli operatori del commercio sulle aree pubbliche.

Documentazione da produrre

Autorizzazione rilasciata dal Comune nel quale il richiedente intende avviare l'attività

S.c.i.a. debitamente ricevuta dal S.u.a.p. competente (nei casi di subingresso)

Vedi Documentazione di procedimento

Definizioni

L'art. 28 comma 4 del D.lgs. 114/1998 come modificato dall'art. 70, comma 1 del D.lgs.59 del 2010 prevede "L'autorizzazione all'esercizio dell'attività di vendita sulle aree pubbliche esclusivamente in forma itinerante e rilasciata, in base alla normativa emanata dalla regione dal comune nel quale il richiedente, persona fisica o giuridica, intende avviare l'attività. L'autorizzazione di cui al presente comma abilita anche alla vendita al domicilio del consumatore, nonché nei locali ove questi si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento o svago".
Ai sensi dell'art.28 comma 2 come modificato dall'art.70 del decreto sopracitato è previsto il rilascio dell'autorizzazione anche alle società di capitali e cooperative.
Qualora l’attività venga svolta su demanio marittimo occorre munirsi di nulla-osta rilasciato dalle competenti autorità marittime (le cui funzioni amministrative sono state trasferite ai Comuni con la Legge Regionale 9/2002).

S.c.i.a.

L'art. 19 della l. 241/1990, nella formulazione vigente, prevede che "Ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l’esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall’accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale, e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli atti stessi..." Pertanto la disposizione sancisce l'inammissibilità della S.c.i.a. nei casi in cui, al fine dell'avvio dell'attività, la disciplina di settore disponga la necessita di strumenti di programmazione".
La discrezionalità degli enti locali, per quanto riguarda l'attività che ci occupa, è esercitata in sede di programmazione basata su esigenze di ordine pubblico, salute e sicurezza dei cittadini e controllo del traffico, in base a cui alcune aree del territorio comunale possono essere escluse per l'intera giornata o per determinati orari nell'ambito del libero svolgimento di tale attività.

Ambulante itinerante alimentari

Qualora si tratti di commercio di prodotti alimentari il titolare deve essere in possesso dei requisiti professionali  di cui all’art. 71 comma 6 del D.Lgs. 59/2010 come sostituito dall’art. 8 comma 1 lett.e) del D.lgs. 147/2012.

D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva

Il rilascio e la reintestazione delle autorizzazioni all'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche sono soggette alla presentazione del D.U.R.C. Nei casi in cui il richiedente non è soggetto all'iscrizione all'INAIL, il soggetto è tenuto alla presentazione del certificato di regolarità contributiva emesso dall'INPS.
Le imprese possono assolvere a tale adempimento mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione di cui all'articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, attestante la propria regolarità contributiva INPS e INAIL. Il Comune è tenuto ad effettuare controlli periodici sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive, ai sensi dell'articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000.


Schede correlate

Commercio ambulante con posteggio fisso

Scheda aggiornata alla data del  22/06/2016
Manuale delle Attività Economiche a cura dell'Ufficio Registro Imprese di Rimini

Il Manuale delle Attività Economiche è proprietà della Camera di Commercio di Rimini. Se ne vietano, pertanto, la riproduzione, anche parziale, e qualsiasi utilizzo non preventivamente autorizzato dalla Camera di Commercio.

My Unipol Banca: banca e conto corrente online

Il nuovo servizio per la fatturazione elettronica verso le PA

Registro nazionale per l'alternanza scuola lavoro. Il punto di incontro tra imprese e studenti

Elenco atti depositati dagli Agenti di Riscossione

 
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 91030270408

Partita Iva 02355820404

IBAN 24 R 03127 24200 000000001584
Codice Univoco ufficio: T74JCT

Privacy

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
camera.rimini@rn.legalmail.camcom.it