Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Registro Imprese e Comunicazione Unica Bollatura libri e registri 3. Bollatura facoltativa di libri e registri
 
Azioni sul documento

3. Bollatura facoltativa di libri e registri

Con l’entrata in vigore della Legge 18 ottobre 2001, n. 383 (art. 8, comma 1) e come precisato dalla successiva Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 92E del 22/10/2001 è stato soppresso l’obbligo della bollatura di alcuni libri che l’imprenditore deve obbligatoriamente tenere. Per i libri sotto indicati è prevista la sola numerazione progressiva prima dell’utilizzo (a tal fine è sufficiente che il contribuente attribuisca un numero progressivo a ciascuna pagina prima di utilizzare la stessa).

a) Libro giornale e libro degli inventari (l'art. 2214 del Codice civile prevede, tra l'altro, la tenuta del libro giornale, dove vengono indicate giorno per giorno le operazioni relative all’esercizio dell’impresa, e del libro inventari, dove vengono indicate la valutazione delle attività e passività relative all’impresa);

b) Registri I.V.A. (riferimento normativo: art. 39, c. 1 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633) quali registro delle fatture, registro dei corrispettivi, registro degli acquisti e altre scritture;

c) Libri e registri relativi alle scritture contabili ai fini delle imposte dirette (rif. art. 22, comma 1, del D.P.R. 29 settembre 1973 n. 600).

d) Libri tenuti dall’imprenditore ai sensi dell’art. 2218 del Codice Civile.

Qualora l’impresa volesse ottenere la bollatura di libri previsti dalla normativa vigente (non soggetti ad obbligo di bollatura) il legale rappresentante/titolare dovrà presentare all’ufficio che procede ad effettuare la bollatura una dichiarazione con la quale egli richiede espressamente la bollatura facoltativa dei libri, consapevole che ai sensi della L. 383/2001 l’obbligo non esiste più e dovrà indicare il riferimento normativo che prevede la tenuta dei libri di cui trattasi.

La presentazione di tale dichiarazione è sempre necessaria anche nel caso in cui vengano presentati libri sociali da parte di società per le quali non è previsto l’obbligo della bollatura di libri sociali (es.: S.n.c., S.a.s.) o nel caso in cui vengano presentati libri da parte di titolari di imprese individuali (ad eccezione dei libri previsti da norme speciali).


Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it