Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Promozione Economica Finanziamenti e contributi Regolamento per la concessione di contributi per manifestazioni promozionali
 
Azioni sul documento

Regolamento per la concessione di contributi per manifestazioni promozionali

La Camera di Commercio di Rimini concede contributi per la realizzazione iniziative e manifestazioni organizzate da terzi, che abbiano come scopo la promozione del territorio e dell'economia provinciale.

La Camera di Commercio svolge funzioni di supporto e di promozione degli interessi generali dell'imprenditoria locale e dell'economia.
In assolvimento di tale funzione la Camera di Commercio inserisce annualmente nel proprio preventivo economico un programma di interventi per lo sviluppo economico provinciale che si articola nell’attuazione diretta di iniziative promozionali ovvero nel sostegno finanziario di analoghe iniziative svolte a cura di altri soggetti.
L’Ente camerale indirizza i propri interventi di sostegno finanziario a favore di iniziative promozionali organizzate o compartecipate da terzi tenendo conto dei seguenti criteri generali:

  • privilegiare le iniziative che abbiano incidenza diretta e duratura sul sistema economico provinciale rispetto a quelle che abbiano riflessi indiretti o soltanto temporanei
  • concentrare le risorse verso le iniziative di maggiore rilievo, dando la priorità ad iniziative che si inseriscano in programmi, preferibilmente pluriennali, di sviluppo, evitando il sostegno ad iniziative di carattere sporadico ed occasionale o di modesta rilevanza
  • preferire le iniziative che siano impostate in collaborazione con enti pubblici ovvero con le associazioni di categoria escludendo le iniziative che abbiano interesse interno di associazioni o enti e che non siano aperte alle generalità dei soggetti interessati

Per accedere ai contributi i soggetti promotori di una iniziativa interessante ai fini della promozione dell'economia provinciale devono presentare una domanda alla Camera di Commercio entro il 30 NOVEMBRE dell'anno precedente a quello di svolgimento l'iniziativa.
Nell'eventualità non venga rispettato il termine del 30 novembre per poter essere esaminate le domande dovranno pervenire alla Camera con un anticipo di almeno 45 gg. sull'effettuazione dell'iniziativa.

La domanda di contributo per la realizzazione da parte di terzi di iniziative o progetti promozionali deve essere redatta secondo il facsimile allegato al presente regolamento, e deve pervenire all’Unità Operativa Promozione - Via Sigismondo n. 28 - 47921 Rimini.
La domanda, sottoscritta dalla persona fisica interessata o dal responsabile dell’organismo promotore dell’iniziativa o dal legale rappresentante in caso di enti o associazioni di categoria, nella forma della dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio ai sensi del D.P.R. 445/2000 deve contenere:

  • generalità, residenza, numero di codice fiscale ed eventuale partita IVA del richiedente
  • una esauriente illustrazione dell'iniziativa per la quale si chiede il contributo, nella quale siano messe in evidenza le ripercussioni di interesse generale che dovranno comportare la riqualificazione, il rilancio o comunque la promozione dell'economia locale
  • il piano finanziario delle entrate e delle spese previste per l’iniziativa, redatto in forma analitica, evidenziando in particolare gli eventuali contributi richiesti ad altri enti pubblici o altri proventi per sponsor o partecipazione di privati
  • l’entità del contributo richiesto (max 40% dei costi previsti)
  • l’indicazione della modalità con la quale verrà data pubblicizzazione del contributo camerale
  • la disponibilità a fornire tutti gli elementi informativi e di valutazione, nonché la documentazione, che si rendessero necessari in sede di istruttoria sotto pena di inammissibilità del beneficio.

Ai fini della liquidazione del contributo dovrà pervenire all'Unità Operativa Promozione, entro 60 giorni dalla conclusione dell'iniziativa, la seguente documentazione:

  • una relazione dettagliata sullo svolgimento dell'iniziativa, corredata da idonea documentazione, nella quale siano anche indicati i risultati positivi che ha determinato sul piano della promozione economica della provincia
  • il rendiconto analitico delle entrate realizzate o comunque accertate e delle spese sostenute al netto di IVA; le spese rendicontate possono essere considerate al lordo dell'IVA qualora vengano sostenute da organismi che producano una dichiarazione, dalla quale risulti che non sono soggetti ad IVA
  • documenti di spesa in originale o con certificazione di conformità all'originale ovvero una dichiarazione rilasciata dal percepente il contributo con la quale si fornisca una dettagliata elencazione della documentazione con indicati gli estremi identificativi, l'oggetto delle fatture e l'importo di ogni nota/fattura al netto di IVA, oppure al lordo qualora si ricada nell'ipotesi descritta alla precedente lettera b, nonché specifica dichiarazione che le spese rendicontate sono direttamente correlate all'iniziativa
  • documentazione dalla quale risulti la pubblicità del patrocinio e del finanziamento camerale
  • la documentazione atta a stabilire la natura dell'iniziativa, ai fini dell'applicazione della normativa antimafia e delle ritenute fiscali dovute in base alle norme vigenti
  • una dichiarazione attestante tutti i contributi ricevuti in regime de minimis nel triennio precedente, solamente per i soggeti operanti in regime d impresa
  • certificazione antimafia o la dichiarazione sostitutiva ove prescritta; tale dichiarazione sarà acquisita d'ufficio per gli iscritti al Registro delle Imprese

Spese ammissibili al contributo:

  • spese inerenti la realizzazione delle iniziative o dei progetti, chiaramente e direttamente imputabili agli stessi, dimostrabili con fatture, ricevute, note, ecc., intestate al soggetto proponente e benficiario del contributo
  • spese di personale assunto specificamente per la realizzazione dell’iniziativa oggetto di contributo; per tali spese il beneficiario del contributo dovrà presentare la documentazione comprovante ovvero dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del D.P.R. 445/2000
  • spese di carattere generale, anche non documentabili, entro il limite del 10% della spesa documentata
  • spese per personale dipendente in misura non superiore al 10% della spesa documentata e solo a condizione che non vengano rendicontate spese di personale assunto per la specifica iniziativa

Spese non ammissibili:

  • spese sostenute prima della trasmissione della domanda di contributo
  • spese non documentabili e spese relative al funzionamento ordinario dei soggetti beneficiari e/o loro collegati e non specificamente destinate alla realizzazione delle iniziative (a titolo esemplificativo: locazioni, spese telefoniche e postali, utenze per acqua/luce/gas, fotocopie, forniture ordinarie di ufficio, cancelleria, consulenze commerciali, legali, fiscali, ecc.) eccedenti quanto indicato sopra

Per ulteriori informazioni

Regolamento generale per la concessione di contributi promozionali

Modulo domanda contributi promozionali

 

 


 

 

 


Contenuti correlati
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it