Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Comunicazioni degli Uffici Archivio Newsletter Registro Imprese di Rimini 2009 - 2016 Cdc Rimini - Newsletter Registro Imprese n. 40 del 22 febbraio 2011
 

Cdc Rimini - Newsletter Registro Imprese n. 40 del 22 febbraio 2011


22/02/2011

Nuova gestione delle pratiche di modifica di imprese artigiane

Logo CCIAA Rimini

 

Le imprese artigiane sono spesso soggette all’obbligo di comunicare lo stesso evento anagrafico al Registro delle Imprese e all’Albo delle Imprese Artigiane. La sostanziale duplicazione di adempimenti ha sempre trovato ragion d’essere e legittimazione giuridica nella separazione dei due registri, tenuti entrambi dalla Camera di Commercio, ma in virtù di competenze amministrative di fonte ben diversa (originaria nel caso del Registro Imprese e solo delegata, dalla Regione, per quanto riguarda l’Albo Artigiani).

Con la legge 1/2010, la Regione Emilia-Romagna è intervenuta nella disciplina dell’artigianato con la manifesta intenzione di porre fine ad ogni possibile sovrapposizione. Il procedimento di iscrizione nell’Albo Artigiani è stato assorbito in quello di Comunicazione Unica che, come è noto, si impernia sul Registro delle Imprese. La supposta terzietà dell’Albo rispetto al Registro viene completamente meno nel momento in cui il legislatore riconduce alla Comunicazione Unica l’adempimento che consente l’acquisizione immediata della qualifica di impresa artigiana. L’unicità del canale di accesso dell’impresa, da un lato al sistema di pubblicità legale, e dall'altro allo status di impresa artigiana, è la chiave di lettura del ruolo istituzionale e delle reciproche relazioni del Registro Imprese e dell'Albo Artigiani in Emilia-Romagna.

  • Il Registro delle Imprese rappresenta la banca dati unica ed esclusiva di tutte le informazioni anagrafiche e storiche relative ai soggetti iscritti.
  • L'Albo delle Imprese Artigiane, invece, è l’ambito entro il quale sono raccolti e conservati i dati connessi al riconoscimento della qualifica artigiana in capo all’impresa e ai suoi titolari.

 

In base a questa prospettiva , la Commissione Provinciale per l'Artigianato di Rimini ha deliberato di adottare nuovi criteri di tenuta dell'Albo, fin da subito e quindi anche in anticipo rispetto alla data di definitiva entrata in vigore della legge regionale 1/2010. In particolare, gli Uffici della Camera di Commercio di Rimini sono ora tenuti ad adeguarsi alla seguente regola:

 

Le informazioni anagrafiche iscritte nel Registro Imprese sono comunque rilevanti per l’Albo delle Imprese Artigiane, anche se non costituiscono oggetto di un adempimento amministrativo formalmente rivolto a quest’ultimo.

Le imprese artigiane non sono obbligate a fornire all’Albo informazioni già comunicate ed iscritte nel Registro delle Imprese.

 

Operativamente:

  1. gli unici adempimenti che l’impresa è tenuta ad effettuare nei confronti dell’Albo Artigiani sono la prima iscrizione, la cancellazione e le modificazioni che riguardano dati rilevanti per l'Albo Artigiani, ma la cui iscrizione nel Registro Imprese non è prevista; di conseguenza, al di fuori di tali ipotesi non vi è accertamento di sanzioni per violazione di obblighi nei confronti dell’Albo Artigiani;
  2. l’impresa artigiana che richiede l’iscrizione di una modifica anagrafica al Registro Imprese, assolve anche ai propri obblighi amministrativi nei confronti dell’Albo, a meno che la modifica stessa non implichi acquisto o perdita dei requisiti artigiani (nel qual caso sorgerà l'obbligo di chiedere, rispettivamente, l'iscrizione o la cancellazione all'Albo Artigiani);
  3. la comunicazione all’Albo di notizie anagrafiche già iscritte nel Registro Imprese non è obbligatoria se non quando implica acquisto o perdita dei requisiti artigiani (per cui, come sopra, sorgerà l'obbligo di presentare all'Albo l'iscrizione o la cancellazione);
  4. fermo restando quanto detto al punto precedente, l’impresa artigiana è comunque libera di comunicare su base volontaria qualsiasi notizia anagrafica direttamente all’Albo Artigiani, allegando un modello AA alla pratica di ComUnica recante modifica Registro Imprese, ovvero ad una pratica di ComUnica appositamente trasmessa;
  5. la Commissione Provinciale per l’Artigianato (in prospettiva: la sezione territoriale della Commissione Regionale per l’Artigianato) esercita i propri poteri di vigilanza sul settore delle imprese artigiane accedendo alle informazioni contenute nel Registro delle Imprese, anche attraverso flussi informativi relativi alle pratiche presentate da imprese iscritte, allo scopo alimentati dalla Camera di Commercio.
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it