Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale Comunicazioni degli Uffici Archivio Newsletter Registro Imprese di Rimini 2009 - 2016 CdC Rimini - Newsletter Registro Imprese - n. 27 del 1 aprile 2010
 

CdC Rimini - Newsletter Registro Imprese - n. 27 del 1 aprile 2010


01/04/2010

La ComUnica entra a regime - Comunicazione Unica e Imprese Artigiane - Comunicazione Unica e pratiche di competenza degli Enti diversi dalla Camera di Commercio

Logo CCIAA Rimini

 

 

La ComUnica entra a regime

Comunica countdownDa oggi primo aprile 2010 gli adempimenti presso il Registro Imprese devono essere eseguiti, da parte di ogni tipo di impresa, attraverso la procedura della Comunicazione Unica per la Nascita dell'Impresa istituita dall'art. 9 del DL 7/2007 (convertito in legge 40/2007).

 

Comunicazione Unica e Imprese Artigiane

  • La procedura di Comunicazione Unica riguarda tutte le imprese, anche quelle artigiane. Senza la ComUnica, un imprenditore non può ottenere un numero di partita IVA, non può assolvere ai propri obblighi di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, non ha titolo per iniziare l'attività. Quando si iscrive all'Albo Artigiani, non perde l'iscrizione nel Registro Imprese.
  • La ComUnica è prioritariamente rivolta al Registro Imprese e al REA, anche quando l'impresa esercita solo attività artigiana, che raccolgono e pubblicano i dati anagrafici, legali ed economici e le relative variazioni.
  • La risoluzione dell'Agenzia delle Entrate 24/E del 29/3/2010 ha sancito l'assorbimento dell'imposta di bollo dovuta per l'iscrizione all'Albo Artigiani in quella pagata per l'iscrizione al Registro Imprese. L'istanza rivolta alla CPA è considerata infatti una "integrazione" della ComUnica trasmessa al Registro Imprese, anche quando viene presentata successivamente a quella, con un'ulteriore pratica.
  • Quando il modulo AA che contiene l'istanza alla CPA è compreso nella stessa ComUnica che riporta la domanda di iscrizione o la denuncia all'Ufficio del Registro Imprese, il diritto di segreteria da pagare è solo quello previsto dalla tabella A (diritti Registro Imprese e REA) della tariffa ministeriale sui diritti di segreteria camerali.
  • Unica eccezione alle due regole sopra riportate è costituita dalle pratiche destinate all'Albo delle Imprese Artigiane, che non hanno nessun contenuto rilevante per il Registro delle Imprese (es. modifica del socio lavoratore di una società artigiane, senza altre variazioni dei patti sociali o dei dati iscritti nel Registro Imprese o nel REA). Salvo casi di esenzione, queste pratiche scontano il diritto di segreteria della tabella B della tariffa (il diritto applicato alle pratiche Albo prima della ComUnica) e sono soggette all'imposta di bollo nella misura di 14,62 €.
 

Comunicazione Unica e pratiche di competenza degli Enti diversi dalla Camera di Commercio

Quando l'impresa deve eseguire un adempimento privo di contenuti che interessino la competenza del Registro Imprese o dell'Albo Artigiani (es. comunicazioni ai soli fini previdenziali per imprese commerciali), non è richiesto l'utilizzo della Comunicazione Unica. 

 

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 04283130401

Partita Iva 04283130401

IBAN IT 83 N 06010 13200 100000300122
Codice Univoco ufficio: ST9NPX

Privacy

Camera di Commercio della Romagna

Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it