Camera di Commercio di Ferrara
Tu sei qui: Portale CCIAA
 
Azioni sul documento

La Camera di Commercio di Rimini

La Camera di Commercio di Rimini è un Ente pubblico autonomo che cura gli interessi generali delle imprese e promuove lo sviluppo economico del territorio provinciale.

Proclama - La Camera Primaria di CommercioIl Proclama descrive le funzioni de "La Camera Primaria di Commercio", istituita nel 1804 con sede a Rimini e competenza sul "distretto del Rubicone"

La Camera di Rimini venne istituita con regio decreto del 25 ottobre 1862 (n. 930) ereditando l’attività svolta fino ad allora dalla Camera primaria di commercio del dipartimento del Rubicone, istituita a Rimini nell’agosto del 1802, riorganizzata con decreto del Regno d’Italia il 27 dicembre 1811 e successivamente ricostituita come Camera sussidiaria alle dipendenze di quella di Bologna con editto del 31 gennaio 1835. Compresa nel riordinamento legislativo derivato dall’unificazione italiana e pertanto rifondata nel 1862, l’ente divenne operativo con la presidenza di Angelo Legnani che nel 1863 licenziò un regolamento interno e nel 1864 regolò l’esercizio della riscossione delle tasse. Sul finire dell’Ottocento la Camera svolse una notevole attività nel dirigere e amministrare il mercato serico, rispetto al quale aveva condotto in passato studi sulla bachicoltura. A cavallo dei due secoli, durante il ventennio della presidenza di Riccardo Ravegnani (1895-1914), si tentò un piano di espansione della città di Rimini anche attraverso un progetto che prevedeva la costruzione di un grande bacino portuale collegato alla ferrovia. Il progetto fu definitivamente abbandonato alla fine degli anni venti perché l’attenzione degli organi camerali si orientò verso lo sviluppo turistico. La stessa Camera di commercio, che fino ad allora aveva svolto funzioni e competenze sul circondario di Rimini, nel 1927 venne soppressa in seguito alla riforma che nel 1926 aveva istituito i Consigli dell’economia su base provinciale. A distanza di oltre sessant’anni, a seguito della creazione della provincia di Rimini, composta da ventisette comuni, venne ricreata la Camera di commercio, sottraendo una parte di giurisdizione alla Camera di commercio di Forlì su un territorio a forte vocazione turistica, con una rete di imprese artigiane e commerciali a supporto e con un’agricoltura che tutela i prodotti tipici.  La sede camerale sorge sull’area archeologica dell’antica Ariminum di cui la stessa Camera di commercio a metà anni novanta ha promosso lo scavo e il restauro valorizzando resti risalenti al II-VI secolo d.C.

 

Oggi la Camera di Commercio di Rimini, Inserita nel sistema camerale nazionale, opera in un territorio, quello della provincia, recentemente arricchitosi di sette comuni dell'Alta Valmarecchia, particolarmente dinamico: una consistente rete di imprese; una forte vocazione turistica tra costa ed entroterra; un manifatturiero caratterizzato da imprese leader a livello nazionale e da un artigianato diffuso; un settore commerciale molto articolato, in grado di soddisfare le esigenze di residenti e turisti; un'agricoltura con prodotti di grande qualità per i quali sono stati ottenute denominazioni d'origine nazionali ed europee.

 

L'attuale Camera di Commercio di Rimini, all'interno della quale sono rappresentate tutte le categorie economiche che operano sul territorio, svolge compiti importanti per le imprese e per l'economia locale, basti pensare alla tenuta del Registro delle Imprese, che costituisce una vera e propria anagrafe del sistema economico e produttivo, oltre ad una banca dati di straordinaria importanza dal punto di vista giuridico e statistico; alle funzioni di regolazione del mercato finalizzate ai corretti rapporti tra imprese e consumatori; all'attività a sostegno dell'internazionalizzazione delle imprese; all'informazione economica e alle iniziative promozionali destinate allo sviluppo dei diversi settori dell'economia locale. Importante, ai fini della sua istituzione, è l'impegno della Camera di Commercio di Rimini nella realizzazione e nello sviluppo delle principali infrastrutture economiche provinciali: il quartiere fieristico, i palazzi dei congressi di Rimini e Riccione, l'Aeroporto Internazionale "Federico Fellini", il Centro Agro-Alimentare, il polo didattico riminese dell'Università di Bologna.

 

Tutti questi organismi sono partecipati in modo significativo dalla Camera di Commercio di Rimini che, in questo modo, contribuisce allo sviluppo economico e sociale del territorio provinciale.

My Unipol Banca: banca e conto corrente online

Il nuovo servizio per la fatturazione elettronica verso le PA

 
Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

C.F. 91030270408

Partita Iva 02355820404

IBAN 24 R 03127 24200 000000001584
Codice Univoco ufficio: T74JCT

Privacy

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Rimini

Tel. 0541/363711 Fax. 0541/363723
Posta elettronica certificata:
camera.rimini@rn.legalmail.camcom.it